In DOLCI/ PIATTI GIRAMONDO/ VIAGGIARE NEL MONDO

Thailandia #1: forme, colori, sapori della frutta… e una insolita insalata Thai Style Insalata di frutta Thailandese

In un attimo arriva settembre!

Mi sembra ancora ieri che progettavo il nostro viaggio in Thailandia e ora sono già qui a ripensare ai bellissimi ricordi. E’ stata una vacanza stupenda!

Abbiamo sempre viaggiato cercando mete un po’ alternative, visitando Paesi non gettonatissimi (ricordo la domanda che per mesi mi perguitò quando decidemmo di andare a Panama “ma che ci andate a fare a Panama??” Andate e poi ne riparliamo!!)

Quest’anno una meta più tradizionale, una meta che avevo, comunque, in testa da tantissimi anni.

Doveva essere il viaggio di nozze, ma sposandoci a luglio ce lo sconsigliarono tutti per il clima (andammo in Egitto, ahahhahahah!!! Freschetto lì!!! )

E così ci son andata quest’anno… in agosto!!! 😉 Avevo alte aspettative, tanto da temere di restare un po’ delusa, invece, la Thailandia si è rivelata un Paese da colpo di fulmine!

Offre scenari completamente diversi: la modernità, di Bangkok (che come spesso mi è già accaduto in altre città di Paesi emergenti, mi fa pensare a quanto indietro stiamo restando noi…), unitamente alla cultura e alla storia, le foreste tropicali e la pace delle campagne del nord (che spero di visitare presto), fino alle spiagge e le moltitudine di isolotti che costellano il panorama donando una sensazione di tranquillità incredibile a dirsi, andando verso sud.

 

Il viaggio è una porta  attraverso la quale si esce dalla realtà nota  e si entra in un’altra realtà inesplorata  che somiglia al sogno.

Guy De Maupassant

 
 
 
Sono certa che ci tornerò, anche perché con Vittoria ancora “piccolina” non abbiamo voluto esagerare con un viaggio troppo itinerante, “accontentandoci” di visitare Bangkok e poi puntare ad un paio di tappe di mare, Krabi e Phi Phi Island.
 
Anche se nemmeno quattrenne sono certa che ricorderà molto di questo viaggio, magari “solo” sensazioni, profumi… ma sicuramente (anche) il suo zainetto è tornato a casa più ricco!
Vi racconterò tutto, il tempo di raccogliere foto e appunti del viaggio!

Voglio però iniziare ricordando gli inebrianti profumi, i colori e i sapori ricchissimi della frutta tropicale thailandese.

 

 
(mercato galleggiante a Bangkok)
 

La frutta viene mangiate servita in qualsiasi momento, anche come snack, cruda, in insalata o cotta.
Una forma d’arte della tradizione thai è proprio l’intaglio della frutta.
La mia piccola viaggiatrice ne mangiava a scorpacciate, da mattina a sera, provando e gustando tutto.

 

(le colazioni di Vittoria: qui mancan il piattino di pomodori e cetrioli…
in realtà i mini muffin sono di suo papà!)

 

Ve ne faccio conoscere alcuni, quelli che abbiamo maggiormente mangiato e preferito e poi, alla fine, il tutto in una interessante insalata di frutta Thai.

Longan
E’ un frutto dolcissimo, ma anche dissetante. Si trova in tutte le bancarelle venduti a grappoli. Il singolo frutto è una sfera che ricorda un grosso acino di uva. Ha una buccia marroncina, legnosa, che si apre molto facilmente con le dita e il frutto è bianco.
Ne abbiamo mangiati tutti in gran quantità.
 
(Longan, bancarella al mercato di Krabi)

Rambutan

La regina della nostra estate!
Lo avevo già amato in Malesia e ho rinnovato l’amore anche in Thailandia.
Buffo l’aspetto!
Rossastro e “spinoso”, si apre facilmente con le manie all’interno un frutto bianco succoso, con un grande seme.
Molto rinfrescante.
Vittoria ne aveva sempre uno in mano.. in bocca!

Mangustine

Assomiglia ad una piccola tonda melanzana. Guscio viola scuro, molto spesso, ma che si apre facilmente a metà.
Al suo interno una polpa bianca molto morbida, assomiglia ad una testa d’aglio.
Un gusto molto aromatico… molto buono.

 

(rambutang e mangostine, sempre con noi)
 

Banane

Non hanno bisogno di presentazione… dovrei solo farvi sentire il fantastico sapore!

Jackfruit

Un frutto enorme, credo il più grande frutto coltivato in Thailandia.
La polpa è spugnosa e all’interno ci sono un sacco di pezzi carnosi dal sapore dolce.
(jackfruit, mercato di Krabi)
 

Mango
Sicuramente uno dei frutti thailandesi più conosciuto, che credo di poter dire essere il mio frutto preferito.
L’interno è morbido al tatto quando sono maturi (molto spesso da noi li troviamo troppo duri e il sapore non rende…).
Li usano molto anche per fare creme, budini di cocco, succhi di frutta (eccellenti) e insalate.

Dragon fruit

Un frutto bellissimo, che un po’ delude in bocca.
Una buccia fucsia, con le puntine verdi brillante. La polpa è morbida e bianca (o in un’altra varierà viola) con piccolissimi semini neri.
Gusto molto delicato.
(dragon fruit, mercato di Krabi)
 

Noce di cocco

Mangiare il cocco in questi Paesi è un’esperienza nuova per chi è abituato al “cocco bello” duro e croccante delle nostre spiagge.
Il vero cocco, fresco, ha al polpa morbidissima ed è la sua acqua quella che viene maggiormente gustato, come bevanda rinfrescante.
Fantastico gustato in spiaggia… quando te lo vanno a prendere direttamente dalla palma, te lo aprono con una bel colpo di coltellaccio, cannuccia e via!!
Altro grande nuovo amore di Vittoria!

In Thailandia è poi usatissimo come ingrediente in numerosi piatti.

Pomelo

Il più grande di tutti gli agrumi, assomiglia al pompelmo.
La polpa è molto più dolce del nostro pompelmo e la buccia, verde, molto aromatica.
Ci sono 10-15 spicchi, pieni si succo.
Hanno un sapore un po’ piccante e per questo vien spesso usato nelle insalate thailandesi.
Se magiato crudo, ottimo con un pizzico di sale che ne esalta il gusto.
 

Durian
Questo frutto o si ama o si detesta.
Io avevo già fatto “la prova del Durian” in Malesia e ques’anno non l’ho rifatta!
E’ considerato il re dei frutti, ha una dimensione simile ad un gronde melone ed è ricoperto da una buccia legnosa e ricoperta di punte.
Ma la caratteristiche che lo rende particolare è il suo odore: forte, pungente, penetrante, simile ad un gas.
La polpa ha la consistenza di una crema (cosa che non mi fa impazzire), il gusto poi è completamente diverso rispetto all’odore… ma preferisco altra frutta.
Pensate che nelle hall degli alberghi e dei resort, negli aeroporti, c’é spessissimo un carrello con scritto “vietato introdurre Durin in camera”!

 

(durian, mercato di Krabi)

Quella che vi lascio è la ricetta di un’insalata di frutta Thai style.

 

 
Così a vederla può sembrare una normalissima macedonia, invece è stato il piatto più strano che abbia assaggiato in questa vacanza.
Un mix di frutta a piacere ma condita con aglio, peperoncino e salsa di pesce!
Credetemi… buonissima!!!
 
 
Stampa
INSALATA MISTA DI FRUTTA THAI STYLE
Rricetta imparata allo Smart Cook-Thai Cookery School di Kraby, Thailandia. Dosi per 1 persona
Realizzata da: Elisa - il fior di cappero
Ingredienti
  • 100 g di frutta a piacere (io mele, papaya, dragon fruit "viola")
  • 1 spicchio di aglio
  • 1-2 peperoncini verdi o rossi a seconda del grado di piccantezza che preferite
  • 30 g di pomodorini ciliegia a spicchi
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaio di salsa di pesce - fish suace o salsa di soia
  • 1,5 cucchiaio di succo di lime
  • 1 cucchiaini di arachidi tostati
Istruzioni
  1. Taglia la frutta a cubetti e i pomodorini a specchietti.
  2. Mettere l'aglio e il peperoncino in un mortaio e pestare molto bene; aggiungi anche lo zucchero e la salsa di pesce e continua a mestare bene.
  3. Unisci anche i pomodorini e la frutta.
  4. Mescola il tutto e versa in un piatto di porta.
  5. Aggiungi gli arachidi tostati.

 

 

 

Altri ricordi di viaggio sulla Thailandia:
 
Facebook Comments

You Might Also Like

30 Comments

  • Reply
    Sara e Laura-PancettaBistrot
    9 settembre 2014 at 8:56

    Dalla prima foto si intuisce la magia della frutta che probabilmente è specchio dei fantastici luoghi che avete visto. L'incredibile variet‡ di forme e colori anche ad un profano farebbe venire una gran voglia di sbucciarla tutta, dal primo all'ultimo tipo, e dedicarsi ad un assaggio seriale!! Non vediamo l'ora di leggere il resto, siamo trepidanti e curiose! Questa "finta" macedonia con i colori del tramonto, condita con salsa di pesce è assolutamente da provare!! A prestissimo

    • Reply
      ilfiordicappero
      9 settembre 2014 at 12:07

      avete ragione… ma la thailandia stessa è tutta da scoprire, da vivere, da assaggiare pian piano.
      a presto!
      ciao

      elisa

  • Reply
    Monica Giustina
    9 settembre 2014 at 10:05

    Molto particolare questa ricetta, interessante perché un po' distante dalle nostre insalate e quindi da provare!
    Quando ci si sposta in paesi lontani, soprattutto con culture diverse, non si può far altro che rimanere abbagliati. Ho trovato davvero pochi posti deludenti. Forse ho saputo scegliere bene, oppure siamo circondati da meraviglie che nemmeno immaginiamo, anche solo nella nostra penisola.
    Per me è stato cos” in Sri Lanka, dove ho scoperto una cultura unica e speciale e tantissimi cibi, frutti e colture spettacolari. Ogni paese ha le sue delizie e queste che ci hai mostrato sono bellissime, piene di colori e, spero prima o poi, da scovare nella loro terra d'origine!

    • Reply
      ilfiordicappero
      9 settembre 2014 at 12:15

      Il nuovo, il diverso sicuramente affascina.
      Ho girato abbastanza, ma soprattutto ho visitato tutta l'Italia, e quello che abbiamo noi non lo ha veramente nessuno.. peccato che non lo sappiamo valorizzare e purtroppo lo stiamo pure rovinando.
      E poi quello che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni diventa scontato, crediamo di conoscerlo, ma in realt‡ non è cos”.
      Sri Lanka… che terra meravigliosa… è stato il primo vero viaggione che abbiamo fatto, anni fa, l'estate prima dello tsunami.
      un Paese fantastico, come dici tu, per la cultura, per il cibo… e per la gente!
      ti auguro presto un viaggio anche in Thailandia, merita veramente!
      ciao

  • Reply
    Lorenzo
    9 settembre 2014 at 11:10

    Davvero un post di qualit‡, io ci sono stato per lavoro un paio di anni fa, le tue foto confermano i bei posti, ottima poi questa insalata.

  • Reply
    Sonia Moi
    9 settembre 2014 at 11:13

    Bellissima intro al tuo viaggio Thai, non vedo l'ora di vedere anche gli altri racconti. Io sto organizzando il mio matrimonio che sar‡ a settembre, inizialmente il viaggio sarebbe stato USA e solo USA, ma pian pianino sto spostando l'interesse verso la Thailandia, tra le foto tue e di Vaty mi avete fatto sognare!!

    • Reply
      ilfiordicappero
      9 settembre 2014 at 12:25

      io sono tornata molto contenta. Se poi, come sicuramente, faresti, ci unisci un bel giro nel triangolo d'oro credo che ne possa uscire un viaggio veramente completo!

      conto di riuscire presto a scrivere gli altri post… ma devo ancora mettermi a guardare le foto!!!

    • Reply
      Sonia Moi
      17 settembre 2014 at 18:44

      Si Elisa metti tutto in ordine che sono curiosa!!

  • Reply
    MARI Z.
    9 settembre 2014 at 12:05

    Ho seguito il tuo reportage fotografico in "diretta" su Instagram: bellissime citt‡, bellissima natura e fantastici tutti questi frutti a noi europei pressoché sconosciuti. …e bellissime foto! sei diventata bravissima!
    un abbraccio! :-*
    Mari

    • Reply
      ilfiordicappero
      10 settembre 2014 at 12:11

      é stato veramente molto appagante… in tutti e per tutti i sensi!
      grazie!!! smack!!!

      elisa

  • Reply
    Peanut
    9 settembre 2014 at 20:51

    Che meraviglia, potrei svenire davanti a tutta quella frutta! Se penso a quanta ce n'é che non conosco e forse non assaggerò mai mi viene da piangere 🙁
    Intanto mi hai fatto un po' viaggiare alla scoperta di questi nuovi frutti e ti ringrazio, magari un giorno…
    😉

    un abbraccio e a presto!

    • Reply
      ilfiordicappero
      10 settembre 2014 at 12:12

      mai, dire mai…. vedrai che li assaggerei prima o poi!!!!
      ciaoooo
      elisa

  • Reply
    Virginia S. Il GattoPasticcione
    10 settembre 2014 at 16:12

    Che meraviglia il tuo post, le foto mi hanno catapultato ad un viaggio indimenticabile, di quelli che lasciano il segno!!! Bacioni

    • Reply
      ilfiordicappero
      12 settembre 2014 at 7:05

      Grazie Virgia… mi fa veramente piacere di aver avuto questo magico potere!
      alla prossima tappa!!
      ciao
      elisa

  • Reply
    Chiara Setti
    10 settembre 2014 at 16:38

    Anche a noi la sconsigliarono a settembre ma io ho ancora il tarlo…vorrei andarci a dicembre…chiss‡! Quanta frutta nuova che mi hai fatto scoprire…adesso non mi resta che andare Ad assaggiarla!!!! :*

  • Reply
    Sara L'arcobaleno di Sara
    11 settembre 2014 at 8:29

    Che meraviglia Elisa,
    foto bellissime e un viaggio che deve essere stato indimenticabile!!!!
    alcuni di questi frutti ho avuto modo di assaggiarli, per il resto…credo dovrò andare in thailandia!
    un abbraccio
    Sara

  • Reply
    MissWant
    11 settembre 2014 at 12:32

    é bellissimo il fatto di viaggiare per lunghe mete con i bimbi piccoli, chiss‡ se riuscirò a fare anch'io cos” 🙂

    • Reply
      ilfiordicappero
      12 settembre 2014 at 7:11

      Lo scoglio più grande siamo proprio noi genitori!
      Siamo noi a farci mille pensieri, loro si adattano dappertutto!!!!
      Io ho sempre pensato che Vittoria sarebbe amata con al valigia in mano…
      Ricordo anni fa, eravamo a panama, in un isola sperduta (di fronte ad un'isolata dove giravano un Survivor, tanto per darti un'idea). Raggiungibile sono in barca, un'oretta dall'isola principale.
      solo 3 minuscoli resort (il nostro era una casetta palafitta con 5/6 camere, per farti capire.
      Un giorno arrivò una famigliola francese: dal motoscafo scsono con un sorriso a 360°, saltellando felici appiedi nudi sulla spiaggia con il loro vestitino bianco, due bimbe che avranno avuto 4 e 2 anni… la felicit‡ fatta persona.
      Mi son detta "si può"!
      e vittoria a meno di 2 anni si è fatta il primo volo intercontinentale…

  • Reply
    Maria - Una Pinguina in Cucina
    11 settembre 2014 at 18:58

    Io e mio marito vorremmo andarci a gennaio…. non vedo l'ora! mi stamperò questo post per riconoscere tutto! un bacione Elisa!

    • Reply
      ilfiordicappero
      12 settembre 2014 at 7:11

      Brava Maria!
      😉
      Ho in mente altri post, seguimi!
      ciao
      elisa

      sono appena tornata ma gi‡ un po' ti invidio!!!!

  • Reply
    Angie
    15 settembre 2014 at 14:24

    Molto interessante questa insalata, mi piacciono molto questi sapori contrastanti che si mescolano insieme.
    La frutta esotica mi piace molto, ma mi manca da assaggiare qualche frutto che rimane introvabile, almeno qua. Il durian ne ho sentito parlare cos” tanto che mi incuriosisce proprio!!! 😀

    • Reply
      ilfiordicappero
      16 settembre 2014 at 10:34

      Molti di questi frutti qui sono veramente introvabili… peccato!
      ciao
      elisa

  • Reply
    Mila
    16 settembre 2014 at 6:30

    Mamma mia quanti ricordi ho rivissuto tramite le tue foto!!! GRAZIE

  • Reply
    Chiarapassion
    16 settembre 2014 at 11:53

    Elisa ti ho seguita tramite ig ed ho ammirato le tue foto ed i paesaggi da sogno…un post da tenere a mente per i viaggi futuri, grazie anche per la ricetta che ci hai regalato.
    Un bacino alla principessa bellissima!

  • Reply
    Il Laboratorio delle Torte
    17 settembre 2014 at 12:36

    Ciao Elisa!!!! Il "Mangustin"… ricordo flash e innamoramento di molti anni fa a Bali…Quanti ne ho mangiati!!! Il tuo viaggio tra paesaggi e sapori è assolutamente da raccontare!! E io non vedo l'ora di ascoltarti!!!

  • Reply
    Orchidee e sorrisi: magia orientale per il mio sweet sushi | il fior di cappero
    26 gennaio 2015 at 13:40

    […] ricordi di viaggio sulla Thailandia: Thailandia #1: forma colori, sapori della frutta e d una insolita insalata Thai style Thailandia #2: In cucina con Joon e lo sticky rise pudding con […]

  • Leave a Reply