In DOLCI/ ITALIA

Crostata di grano saraceno ai mirtilli Il dolce della Valtellina

crostata-mirtilli

Quest’anno il Giro d’Italia, la competizione sportiva ciclistica più famosa del nostro Paese, compie 100 anni e AIFB  non poteva mancare a questo appuntamento importante proponendo ricette che rappresentassero la cultura culinaria tradizionale italiana, in abbinamento alle diverse tappe toccate dal giro. Da qui nasce il progetto Aifb con il Giro d’Italia.

Il Giro d’Italia 2017 arriva il 23 maggio anche in Valtellina, con una delle tappe più attese, quella che porterà i ciclisti a superare Mortirolo, Stelvio (Cima Coppi) e Passo Umbrail, prima di giungere al traguardo di Bormio.

Non posso che augurarmi che tutti i tifosi e gli sportivi abbiano l’occasione di assaggiare questa splendida crostata di grano saraceno ai mirtilli. 

Seguite #aifb #Giro100 #Giroditalia #grantourditalia


 

Dai miei viaggi, lunghi o  brevi che siano, in giro per il mondo o gite fuori porta, i souvenir sono sempre principalmente libri di cucina locale e ingredienti tipici.

Dalla Valtellina non ho potuto fare a meno di portarmi a casa farine di grano saraceno,  farine per polenta taragna, confettura di mirtilli, formaggi e bresaola  e, ovviamente, qualche vino Valtellina superiore DOCG come Inferno e Sassella, e lo Sforzato.

crostata-mirtilli
Nemmeno il tempo di rientrare di una vacanza sulla neve in quel di Bormio, ho organizzato subito una cena con i sapori di questa terra. L’ha fatta da padrone un buon piatto di pizzoccheri fatti in casa e la torta, la crostata, di grano saraceno farcita di confettura di mirtilli.

Per la ricetta dei pizzocheri  vi lascio il link qui (versione tradizionale e versione delicata “alla Sadler”).

Qui di seguito, invece, la ricetta di questa torta fantastica: la prima fetta l’ho assaggiata in una pasticceria in centro a Bormio, appena prima di salire nelle piste. Ed è stato subito amore! Il solito che scocca tra me e una crostata!

Crostata di grano saraceno ai mirtilli

Apparentemente rustica e semplice, è una torta incredibilmente buona, dal sapore ricercato, con il suo intenso profumo di mirtilli,   friabile fuori,  e poi fragrante da sciogliersi in bocca. Buonissima! 

Ho fatto fatica a trovare la ricetta “originale” di questa torta. Quella che vi propongo mi pare avvicinarsi molto al ricordo, ancora vivo, che ho!

Crostata di grano saraceno ai mirtilli
 
Dose per tortiera da 26 cm
Autore:
Tipo di ricetta: Dolce
Cucina: Italiana
Cosa serve
  • 250 g farina di grano saraceno
  • 200 g farina di grano tenero 0 (sostituibili anche con farina di mandorle, per versione glutenfree ma non solo!)
  • 200 g burro
  • 200 g zucchero di canna
  • 2 uova
  • un pizzico di sale
  • 400 g confettura extra di mirtilli neri (o mirtilli freschi e circa 60 g di zucchero di canna)
  • zucchero a velo per la superficie
Come fare
  1. In un contenitore mettete le farine setacciate e lavoratele con il burro, lo zucchero, le uova, il pizzico di sale.
  2. Fate un panetto appiattito con la pasta, avvolgetela nella pellicola, mettete in frigorifero per almeno 1-2 ore (io tutta la notte).
  3. Stendete ⅔ della pasta, con uno spessore di circa 4 mm, e foderare la tortiera, precedentemente imburrata e infarinata (o coperta di carta forno).
  4. Versate con la confettura extra di mirtilli neri e livellatela bene. Se utilizzate mirtilli freschi, lavateli, asciugateli bene, versateli nella torta e spolverizzateli di zucchero di canna).
  5. Stendente la pasta rimasta e ricoprire la superficie di marmellata. Chiudete bene i bordi, creando un cordolo.
  6. Informate in forno caldo a 180°C, statico, cuocere per 45 minuti.
  7. Lasciare raffreddare e servite spolverizzando con lo zucchero a velo.
  8. Si può accompagnare con un ciuffetto di panna montata o di crema pasticciera.
 
 crostata-mirtilli-step

 

Sembra che la “vera” ricetta sia, come spesso accade, segreta e, ovviamente, avvolta in un velo di misteriosa leggenda,  circa un bottiglietta di liquore che il panettiere, autore di questa torta, sembra abbia trovato in una intercapedine di un muro e  che utilizzasse  a gocce per sfornare queste deliziose torte ai mirtilli. Chissà cosa era…
 
Il ripieno, in stagione andrebbe  fatto con  mirtilli freschi a cui si aggiunge dello zucchero di canna,  creando un ripieno che è una via di mezzo tra il frutto fresco e la marmellata.
Io ho utilizzato una confettura di mirtilli extra, eccezionale, che ho acquistato a Bormio, in un negozio ricchissimo di  prelibatezze locali, la Sceleira, proprio nel corso principale di Bormio, che consiglio vivamente  a chiunque passasse di lì!
 
Crostata di grano saraceno ai mirtilli
 
Presto pubblicherò un post con le recensioni dei locali in cui ho gustato i piatti tipici, a Bormio.
 
ciao!
 
elisa firma
Se preparate questa ricetta, ricordatevi di utilizzare gli hashtag #ilfiordicappero e di taggare @ilfiordicappero  su IG  e Il fior di cappero su FB.
In questo modo vedrò le vostre creazioni e potrò condividerle facilmente sui social.
 
 
 
 
 

 

 
 
Facebook Comments

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Simo
    7 marzo 2017 at 7:10

    Adoro il grano saraceno nei dolci…Mannaggia a me che lo utilizzo sempre troppo poco…
    Questa tua crostata è un capolavoro!
    Complimenti Elisa…
    Un abbraccio

    • Reply
      elisa di rienzo
      7 marzo 2017 at 9:51

      me lo dico da sola… questa crostata è proprio buona!! sì!!
      Usalo usalo usalo!!!!!
      Grazi Simo,
      elisa

    Leave a Reply

    Rate this recipe: