Gli gnudi

circa 38-40 pezzi

Porzioni: 4
Ingredienti
  • 250 g di carletti (o spinaci, o bietta, o altre erbe) (io Carletti Erica Natura)
  • 250 g di ricotta di pecora (fatta ben scolare)
  • 30 g di Parmigiano Reggiano
  • farina 00
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • noce moscata
  • sale e pepe
Per condire:
  • burro
  • 1 mazzetto salvia, rosmarino, maggiorana
  • Parmigiano Reggiano
  • pinoli
Istruzioni
  1. Sbollentatele erette in acqua leggermente salata, per qualche minuto e poi passatele velocemente in acqua ghiacciata, per mantenere il loro colore verde acceso. Scolateli bene e strizzateli.

  2. Una volta raffreddati, tritateli molto finemente con un coltello.
  3. In una capiente ciotola unite i carletti, la ricotta setacciata, il Parmigiano gratuggiato, una generosa grattugiata di noce moscata, il pepe, regolate il sale. Unite l’uovo e un cucchiaio di farina, mescolate il tutto per amalgamare bene gli ingredienti.

  4. Se dovesse risultare troppo morbido aggiungete farina.

  5. Formate delle piccole palline della grandezza di una noce, rotolatele nella farina e disponetele su un vassoio infarinato distanziandole bene. Se volete fateli riposare in frigorifero per circa 20 minuti.

  6. Tritate finemente le erbe aromatiche e fate fondere a fuoco bassissimo il burro che non dovrà mai spumeggiare.
  7. Tostate i pinoli su un pentolino antiaderente e triturateli grossolanamente.
  8. Cuocete pochi gnudi per volta in una capiente pentola con acqua bollente salata finchè non verranno a galla. Tirateli via con una ramina.
  9. Condite gli gnudi con burro aromatizzato, i pinoli, e a piacere del pepe macinato fresco e Parmigiano Reggiano.