Marunchinos, biscotti morbidi alle mandorle con essenza di rosa

I biscotti morbidi alle mandorle sono un classico della pasticceria, anche italiana, dal Piemonte alla Sicilia.

Questi che vi propongo oggi si chiamano Marunchinos e sono dei biscotti della tradizione ebraica, che si preparano, soprattutto, durante il loro periodo pasquale.

Sono dei morbidi biscotti dal profumo e sapore magnifico di mandorle, che si sciolgono in bocca realizzati con pochissimi ingredienti, molto veloci e facili da fare.

La particolarità di questa versione ebraica è l’aggiunta di qualche goccia di essenza di rosa, che li rende veramente unici!

Se non riuscite a trovare lesena di rosa prendete una buona (acqua di rose o realizzatela voi!); l’acqua ha poi il vantaggio di essere più facile da dosare e si rischia meno l’effetto.. saponetta!!

Per provare anche varianti diverse, vi consiglio in alternativa alla rosa:

  • bacche di cardamomo ridotte in polvere,
  • qualche goccia di essenza di mandorla amara,
  • semi di anice tritati,
  • buccia grattugiata di limone.

Poi serve solo un po’ di farina di mandorle (o meglio ancora mandorle tritate al momento, per un sapore ancora migliore), albume di uovo e zucchero. Quindi biscotti senza burro e senza farina.

Marunchinos, biscotti morbidi alle mandorle e rosa
Piatto: Dolce
Porzioni: 30 pezzi
Ingredienti
  • 250 g di farina di mandorle (o mandorle intere macinate)
  • 220 g di zucchero semolato
  • 2   albumii di uova medie a temperatura ambiente
  • qb zucchero a velo
  • qb zucchero semolato
  • qb essenza di rose*
Istruzioni
  1. Scaldate il forno a 160°C e rivestite una teglia con carta forno.

  2. Mescola le farina di mandorle (o le mandorle tritatein u mixecon lo zucchero e un pizzico di sale.
  3. Unite qualche goccia di essenza di rosa o delle bacche di cardamomo tritate finemente.
  4. Unite, infine, l’albume montato a neve, con un pizzico di sale, e mescolate bene il tutto fino ad ottenere un impasto denso, morbido ed omogeneo.
  5. Preparate due ciotole, una con dello zucchero a velo e l’altra con lo zucchero semolato.
  6. Con le mani, leggermente inumidite,  formate delle palline, grandi quanto una noce, e passatele abbondantemente, prima nello zucchero a velo e poi in quello semolato.
  7. Disponete i dolcetti nella teglia distanziate 2-3 centimetri l’una dall’altra e informate per circa 15 minuti, finche avranno preso un o’ di colore..
  8. Fate raffreddare su una griglia e conservateli in un contenitore ermetico.
Note
  • In alternativa all’essenza di rose  potete usare anche l’acqua di rose. Altre varianti con qualche bacca di cardamomo o seme di anice in polvere, o qualche goccia di essenza di mandorla amara oppure una semplice grattugiata di buccia di limone. 

Mandorle e Rosa

Quando si parla di abbinamenti, il libro di Niki Segnit “la gramatica dei sapori” è per me assolutamente una Bibbia da consultare.

Fa riferimento a molte altre ricette in cui questo abbinamento mandorle e rosa è vincente.

In Francia esiste uno sciroppo di mandorle e rose che si chiama Orgeat, che può essere allungato con dell’acqua per una bevanda dissetante, oppure utilizzato come ingrediente per dei cocktail: con rum, lime, menta e curaçao per un buon MaiTai, oppure con il pasti pe run Moresque.

Ricorda anche che in Iran i filetti di mandorle vengono ricoperti di zucchero profumato con acqua di rose e servito nei giorni di festa.

In Andalusia, da provare la versione dolce del l‘ajo bianco, dove l’aglio viene sostituito da acqua di rose e miele.

E ancora fa rifermento al sharbat di latte, mandorle e petali di rosa che nelle nozze musulmane di Bangalore viene offerto dalla famiglia dello sposo a quella dello sposo.

Che dire, abbinamento sicuramente da testare!

Fonti

Clarissa Hyman, La cucina ebraica, Guido Tomasi Editore

NIki Segnit, La grammatica dei Sapori, Gribaudo


Se non volete perdere i nuovi articoli, ora potete seguirmi anche via e-mail, compilando il form che trovate sul menù laterale.

Vi arriverà una notifica ad ogni nuova pubblicazione. Iscrivetevi!

elisa firma
Commenti FB (se volete una risposta subito, scrivetemi nel form commenti, così ricevo la notifica)

Condividi la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.