In AMERICA DEL NORD/ DOLCI

Irresistibili mini pie con ripieno di mele, timo, zenzero e cannella

crostate-pie-alle-mele-1

Mele!!

Che si parli di Adamo, delle Esperidi o di Biancaneve, la mela (il pomo, anzi!!) della discordia è stato sempre al centro di famose storie di tentazione, amore e corruzione.
Simbolo di bellezza, di invidia, di sensualità ma anche generosità e amore per la natura… tutto questo si trova in una mela!
 
Le mie preferite??
Verdi e acidule… come la granny smith! E poi la pink lady!

Gialle, rosse, verdi, farinose o croccanti, sono spesso protagoniste nella mia cucina, soprattutto ora, in autunno, quando si trovano tutte le migliori varietà e mi permettono di preparare piatti diversi dall’antipasto al dolce, portando in tavola i loro colori e profumi.

(…) Quando addentiamo la tua rotonda innocenza torniamo per un istante ad essere creature appena create… Io voglio un’abbondanza totale… voglio una città, una repubblica, un fiume Mississipi di mele, e sulle sue sponde voglio vedere ogni popolo del mondo unito, riunito, nel gesto più semplice della terra: mordere una mela.

Ode alla mela, Pablo Neruda

 
 
 
(Le mele antiche dei 100orti a Vicenza: circa 30 varietà di mele antiche: decio, calvilla , rosa, gelata, abbondanza rossa… tante e tutte diverse. Nel frutteto madre Chiara coltiva da qualche anno anche due varietà curiose, una di forma allungata, buccia rossa e pasta rosa trasparente, e un’altra “nel gava piccolissima, aromatica, con polpa gialla, squisita.
Foto: 100orti)

 

Oggi la coltivazione delle mele In Italia avviene per il 50% in Alto Adige, la culla della mela.
Diversi documenti dimostrano che a partire dal XIII secolo quasi tutti i poderi della Vall’Adige avevano un “giardino di alberi” con alberi di melo gelosamente custoditi, anche se fino al XIX secolo la principale loro fonte di sostentamento era la viticoltura.
Con la sistemazione del fiume Adige e la costruzione della ferrovia, il fondovalle, fino ad allora paludoso, poté essere sfruttato come terreno coltivabile e i frutti ottenuti esportati in diversi Paesi.
Oggi ci sono almeno 8000 aziende frutticole nella Valle dell’Adige, Val Venosta e nella Vall’Isarco, che producono circa 5 miliardi di mele all’anno su una superficie di circa 18.000 ettari, ovvero il 10-12 % dell’intera produzione a livello europeo.
 
 
In queste prime giornate grigie e piovose, quando mi assale una gran voglia di coccole, per me non c’é nulla di più confortevole di una buona torta di mele!
Quella che mi sono preparata in realtà non è proprio la classica torta di mele all’italiana, con il frutto amalgamato nell’impasto, ma più un incrocio tra una crostata e una apple pie in stile americano, con due strati di pasta e con un ripieno di mele, timo, cannella e zenzero….. io sono una crostata (così mi è stato detto e nulla è più vero!!!)
 
Ecco, quindi, delle mini crostatine profumate e… irresistibili!
 
piccole pie (crostate) con mele, timo, zenzero e cannella
 
 
Stampa
MINI PIE CON RIPIENO DI MELE, TIMO, ZENZERO E CANNELLA
Piatto: Dolce
Realizzata da: Elisa - il fior di cappero
Ingredienti
  • PER L'IMPASTO:
  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di farina di grano saraceno
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 1/4 di cucchiaino di lievito vanigliato
  • un pizzico di sale
  • PER IL RIPIENO:
  • 3-4 mele io granny smith
  • 4 cucchiai di zucchero di canna
  • 1/2 limone
  • un pezzetto di radice di zenzero
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaio di marmellata di arance amare
  • qualche rametto di timo
  • PER SPENNELARE:
  • albune
  • zucchero di canna
Istruzioni
  1. Prepara la frolla, amalgamando il burro freddo con lo zucchero. Unisci poi le farine, le uova, il lievito e il sale.
  2. Lavora velocemente tutti gli ingredienti fino a farli ben amalgamare. Forma un panetto, ricoprilo con la pellicola, e metti a riposare in frigorifero almeno un'ora.
  3. Sbuccia e taglia le mele a piccoli cubetti. Mettili in una pentola con il succo di limone e falli ammorbidire per una decina di muniti con coperchio chiuso e a fuoco basso. Mescola ogni tanto per evitare che si brucino. Deve risultare quasi una purea.
  4. Unisci qualche fogliolina di timo (tenendone da parte qualcuna per la decorazione), la cannella, lo zenzero grattugiato, lo zucchero e lascia raffreddare.
  5. Prendi l'impasto dal frigo e dividilo in due. Prendine uno (l'altro riponilo in frigo) e stendialo con uno spessore di circa 3/4 mm.
  6. Imburra e infarina gli stampini, foderali con la pasta, facendo qualche buchetto, e versaci il composto di mele.
  7. Stendi l'altra parte di impasto e ricava la parte di copertura, facendo un buco al centro di ogni "guscio" per permettere l'effetto camino". Sigillala bene sulla base.
  8. Sbatti leggermente l'albume, spennella le mini pie e cospargile con un po' di zucchero di canna.
  9. Metti in forno a 180°C già caldo per 20/25 minuti, fino a che la superficie non sarà bella dorata e croccante. Fai raffreddare.

 

piccole pie (crostate) con mele, timo, zenzero e cannella
 
 
 
 
 
Facebook Comments

You Might Also Like

21 Comments

  • Reply
    Manu
    6 novembre 2014 at 10:46

    Sono semplicemente bellissime.
    Un abbraccio

  • Reply
    Angela Dolcinboutique
    6 novembre 2014 at 12:48

    Elisa sono una meraviglia! Hanno qell'aspetta tra il rustico e il ricercato che invoglia da matti. Sempre brava e mai scontata! Un abbraccio, angela

    • Reply
      ilfiordicappero
      6 novembre 2014 at 22:58

      Grazie Angela!!!
      Lo ammetto… Sono venute più belle di quello che pensavo!
      E buoooone!
      Grazie!

  • Reply
    Ilaria Guidi
    6 novembre 2014 at 14:45

    Davvero una ricetta meravigliosa!!! Sono deliziose! 🙂
    Un abbraccio
    Ila

  • Reply
    panelibrietnuvole
    6 novembre 2014 at 15:41

    Buonissime queste tortine di mele! Quel ripieno mi fa venire voglia di addentarle e il timo mi incuriosice un bel po'… Le vorrei proprio provare 🙂

    • Reply
      ilfiordicappero
      6 novembre 2014 at 23:00

      Il timo è un erba aromatica che a me piace moltissimo…
      Timo.. Poi zenzero, cardamomo… Sono profumi sempre con me!

  • Reply
    il sapore del verde
    7 novembre 2014 at 15:58

    Deliziose mini pie. Il genere di cibo che amo mangiare e "vedere" nel piatto!!! ^_^

  • Reply
    Simo
    7 novembre 2014 at 17:03

    Strepitose queste piccole pies….la foto di quella aperta poi….mmmm…fa venire voglia di allungare la mano nello schermo del pc 😉
    Un abbraccio e buon fine settimana

    • Reply
      ilfiordicappero
      9 novembre 2014 at 16:05

      si… è vero.. quella foto è veramente golosa!!!! grazie!!

  • Reply
    Miky
    9 novembre 2014 at 10:03

    Non ho mai provato a fare delle mini pies, questa ricetta te la copio sicuramente =)
    Le tue foto sono stupende.
    Un bacio
    Miky

  • Reply
    Anonimo
    9 novembre 2014 at 16:26

    Ahhh dolcetti delizia, io volere 😛
    andreadz

  • Reply
    Il Laboratorio delle Torte
    10 novembre 2014 at 11:34

    Ciao Elisa!! Aldil‡ che adoro come usi le erbe abbinandole al dolce, ( come il timo ), queste crostatine sono qualcosa di irresistibile, ( cos” come l'abbinamento con la marmellata di arance…), e le foto??? Bravissima!!!

    • Reply
      ilfiordicappero
      11 novembre 2014 at 14:27

      erbe e spezie, utilizzate in maniera inaspettata danno quel che non so che al piatto, lo rende speciale!
      grazie cara!

  • Reply
    Cinzia Ceccolin
    22 novembre 2014 at 13:34

    Semplicemente fantastiche!!! Le voglio assolutamente provare!!! Grazie mille per la tua splendida ricetta che vado subito ad inserire. Buon fine settimana e ancora complimentissimi per queste super mini pie 🙂 un abbraccio

  • Reply
    Contest spezie, aromi e erbe aromatiche, i vincitori! | Food Blogger Mania
    2 febbraio 2015 at 8:36

    […] la sezione ricette dolci la vincitrice è Elisa del blog Il fior di cappero con la ricetta MINI PIE CON RIPIENO DI MELE, TIMO, ZENZERO E […]

    • Reply
      elisa di rienzo
      2 febbraio 2015 at 8:45

      Grazie!!!!! sono felicissima!!!

    Leave a Reply