La deliziosa salsa butterscotch al burro salato

Il Butterscotch è una salsa inglese simile al caramello, ottima anche in versione con il burro salato!

Si utilizza principalmente per guarnire gelati, semifreddi o da gustare insieme a biscotti o torte secche. Nel periodo natalizio provatelo con il pandoro o fatene dei barattoli da regalare!

Butterscotch: il dolce dell’età Vittoriana

La ricetta originale viene fatta risalire al diciannovesimo secolo, a Doncaster nello Yorkshire, dove si preparava utilizzando melassa al posto dello zucchero.

Nel 1848 viene per la prima volta menzionato il butterscotch di Doncaster in un articolo del Liverpool Mercury.

Si legge che veniva preparato facendo bollire assieme una libbra di burro, una libbra di zucchero e un quarto di libbra di melassa.

butterscoth

A partire dal 1851, il butterscotch viene venduto da vari pasticceri di Doncaster, in particolare da S. Parkinson & Sons, Henry Hall e Booth’s.

I Parkinson’s lo vendevano in contenitori di latta, che esportavano in tutto il mondo. Nello stesso anno anche la Regina Vittoria ricevette il loro butterscotch in dono durante la sua visita a Doncaster.

Intorno agli anni Cinquanta del nuovo secolo il butterscotch conquistò anche gli americani, diventando una delle salse più gettonate per accompagnare e decorare i gelati.

Salsa Butterscotch

ricetta tratta da Ready for Dessert di David Lebovitz

Piatto: Dolce
Cucina: Inglese
Ingredienti
  • 55 g di burro salato*
  • 180 g brown sugar** (o zucchero di canna)
  • 150 ml di panna
  • 1/2 cucchiaino estratto di vaniglia
Istruzioni
  1. In un pentolino con la base larga mettete il burro, lo zucchero e 90 ml di panna e fate andare a fuoco medio mescolando sempre, finchè il burro si scioglie ed il tutto diventa omogeneo.

  2. A questo punto alzate un po’ il fuoco, portate a bollore e lasciate bollire il composto per circa 4-5 minuti, fino a che si addensa.

  3. Togliete dal fuoco ed unite la panna rimasta. Appena intiepidisce unite la vaniglia.

  4. Servitela sui gelati, le torte.

    Potete conservare la salsa in un barattolo in frigo anche per un paio di settimane. E’ più buona servita tiepida, quindi scaldate quella che vi serve prima di servirla.

Note

* Potete fare la versione classica con burro non salato.

** Il brown sugar non è zucchero di canna ma zucchero bianco a cui è aggiunta una dose di melassa. E’ uno zucchero più umido, dal colore marrone scuro e con un gradevole retrogusto di caramello, che usato nella preparazione di biscotti e torte li rende più morbidi e gustosi.

lo si trova con facilità sia nei negozi che online, oppure si prepara in casa: 

Usate la proporzione di 10 a 1: aggiungete la 200 g di zucchero, 20 g di melassa e mescolate bene con una forchetta o una frusta.

 

Origine del nome Butterscotch

Sono diverse le teorie che cercano di spiegare l’origine del termine butterscotch.

Un’ipotesi fa risalire il nome  butterscotch ad una storpiatura di “butter-scorched“, ovvero “burro bruciato”, in quanto tale alimento viene preparando cuocendo il burro.

butterscotch al burro salato
butterscoth

Altri sostengono che il termine “scotch” faccia riferimento al fatto che il dolce avrebbe possibili origini scozzesi (“scotch” significa infatti “scozzese” in lingua inglese).

Gli storici del cibo sono arrivati alla conclusione che la parola scotch – che in inglese significa anche tagliare – indicasse il fatto che in un primo momento si consumasse più solido.

Oggi il termine è utilizzato anche solo per indicare il sapore del mix di burro e zucchero di canna, anche se la salsa non è inclusa nel prodotto, come avviene per il butterscotch pudding.


Idea regalo per voi o per un amico

Ho raccolto più di 40 ricette della tradizione del Veneto in questa pubblicazione: 

La mia cucina, ricette della tradizione veneta.

La trovate disponibile a link nel riquadro qui sotto oppure scrivetemi per ordinarla direttamente a me (con dedica e autografo!) 

elisa@ilfiordicappero.com


ciao!

Se non volete perdere i nuovi articoli, ora potete seguirmi anche via e-mail, compilando il form che trovate sul menù laterale.

Vi arriverà una notifica ad ogni nuova pubblicazione. Iscrivetevi!

elisa firma
Commenti FB (se volete una risposta subito, scrivetemi nel form commenti, così ricevo la notifica)

2 Commenti

Unisciti alla discussione per dirci la tua

Lucianarispondi
16 Dicembre 2020 a 12:35

Articoli sempre molto interessanti cibo e cultura è bsempre un bel mix Complimenti

elisa di rienzorispondi
16 Dicembre 2020 a 15:30
– In risposta a: Luciana

Grazie mille! 🙂
elisa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscrivita alla mia Newsletter per non perderti i nuovi articoli e per rimanere aggionato sulle ultime news!