Gelatina di champagne

by Elisa Di Rienzo

La gelatina di champagne è un’idea originale, di grande effetto, piena di frizzanti bollicine (e anche semplice da realizzare!) da servire come dessert o pre-dessert per le vostre cene!

Chiedo scusa per le foto, ma ho preparato questo dolce per due cene di Natale, decidendo all’ultimo momento e le foto sono state fatte di corsa, durante le cene stesse, senza pensare alla realizzazione di questo articolo.

Ma questa gelatina di champagne è venuta così bene, così accattivante, oltre che buona, che ho voluto scrivere subito la ricetta qui, in modo che possiate farne tesoro quanto prima, magari già per le prossime cene e pranzi di fine e inizio anno!

Perché dove si sono bollicine c’è festa!

E provvederò a fare nuove foto che rendano giustizia a questo dessert quanto prima!

gelatina di champagne
Gelatina di champagne e melagrana

Gelatina di champagne, le mie due versioni

La prima gelatina di champagne (potete realizzarla che con qualsiasi altra bollicine vogliate, un altro spumante, un Franciacorta, un Prosecco…) l’ho preparata in occasione di una cena di Natale tra amici, a tema “Downton Abbey Christmas” ovvero un menù tutto realizzato traendo le ricette dal libro “Downton Abbey-il ricettario ufficiale di Natale”.

Ci siamo divisi le portate, realizzando così una cena con piatti veramente incredibili, che conto di raccontavi presto.

Questa gelatina non era in programma ma il giorno stesso, ho preso in mano il libro e ho deciso di prepararla, perché una cena a Downtown Abbey non sarebbe mai stata completa senza una gelatina!

La gelatina venne servita per la prima volta nel 1902 al banchetto per l’incoronazione di Edoardo VII e, da allora, fu sempre presente ai banchetti, trasformando qualunque cena in una festa.

Ivy: E allora? Tu invece cosa vuoi?

Jimmy: Io voglio divertirmi. Vedere il mondo. Conoscere belle donne, spendere soldi e bere champagne.

Ivy: Non puoi costruire sopra una carriera.

Jimmy: Alcuni ci riescono. Io nella vita voglio divertirmi.

Downton Abbey stagione 4 – episodio 4
gelatina di champagne
Gelatina di champagne rosè, mirtilli e polvere d’oro

E così la prima versione che ho fatto è stata realizzata con uno champagne rosè e all’interno dei mirtilli e della polvere d’oro per renderla ancora più “wow”.

Poi ho deciso di farne un’altra, visto quanto fosse piaciuto il primo tentativo un paio di giorni prima, per la Vigilia di Natale, nonostante avessi tutto il cenone da preparare!!

Una scelta azzeccatissima, un altro grande successo, piaciuta anche agli astemi e ai diffidenti delle gelatine (e in questa categoria mi ci metto pure io!); questa volta con champagne “classico” e melagrana (e sempre una spolverata di polvere d’oro).

gelatina di champagne

Io ho potuto realizzarla la gelatina di champagne in tempi stretti, un paio di ore, contando nell’utilizzo dell’abbattitore; altrimenti, sono necessarie almeno 8 ore perché la gelatina di champagne si raddensi in frigorifero.

Ora vi lascio al ricetta, che è pubblicata in tutti e due i cookbook di Downton Abbey (il ricettario ufficiale e quello di Natale).

Dopo la ricetta trovate anche qualche osservazione e pochi mirati consigli per una perfetta e sicura riuscita. Credetemi, non è per nulla difficile!

Gelatina di champagne

Ricetta tratta dai libri di ricette ufficiali di "Downton Abbey". Per uno stampo da 600 ml
Portata: Dessert
Cucina: Inglese
Porzioni: 10

Ingredienti

  • 1 bottiglia di Champagne (o altra bollicine) (750 ml)
  • 8 fogli di gelatina o 2 confezioni (25 g) di gelatina in polvere
  • 115 g di zucchero
  • qb frutti, bacche e fiori (facoltativi)
  • qb foglie di menta (per guarnire)

Istruzioni

  • Mettete la bottiglia di champagne in freezer per 30 minuti prima di ricominciare la ricetta. In questo modo, le bollicine si conserveranno nella gelatina finita.
  • Preparate la gelatina:
    – se usate la gelatina in fogli metteteli in una ciotola coperti con acqua fredda e lasciate ammorbidire per 5-10 minuti.
    – se usate la gelatina in polvere mettetela in una ciotolina con 2 cucchiai d'acqua e lasciatela ammorbidire per 35 minuti.
  • Aprite lo champagne e versatene 120 ml in una piccola casseruola. Rimettete lo champagne nel freezer (purché la bottiglia resti in posizione verticale) altrimenti in frigo.
  • Aggiungete nella casseruola anche lo zucchero e scaldate a fuoco medio, mescolando finché lo zucchero si sarà sciolto, poi togliete dal fuoco.
  • Sciogliete la gelatina:
    – se avete usato la gelatina in fogli prendetela dall’acqua, strizzatela delicatamente, mettetela una ciotolina che posizionerete in una ciotola più grande con all'interno dell'acqua bollente (a bagnomaria). Mescolate finché non si sarà sciolta.
    – se avete usato la gelatina in polvere, mettete la ciotolina con la gelatina già ammorbidita in una ciotola più grande di acqua bollente (a bagno maria) e fatela sciogliere completamente.
  • Incorporate la gelatina sciolta alla miscela di champagne e mescolate.
    Filtrate il tutto in una brocca attraverso un colino maglia fine e lasciate raffreddare un po' a temperatura ambiente (non fate raffreddare troppo perche inizierà subito a rapprendersi).
  • Ora aggiungete altri 480 ml di champagne freddo alla miscela di gelatina leggermente raffreddata, mescolate bene. Versate il tutto in uno stampo.
    Se volete decorare la gelatina: versate metà della miscela e gelatina nello stampo e ponete in frigo finché non si sarà leggermente solidificata e disponetevi le decorazioni sulla superficie o infilandole un po' all'interno, e poi aggiungete la miscela gelatina rimanente.
  • Coprite lo stampo e ponetelo a solidificare in frigorifero per almeno 8 ore o anche un giorno.
    Se l’orario è consono sorseggiato lo champagne che è rimasto.

Per servire:

  • Riempite una ciotola di acqua calda e immergetevi il fondo dello stampo per alcuni secondi in modo che la gelatina si stacchi dallo stampo e sformatela su un piatto. Guarnite con la menta.

Note e consigli alla ricetta della gelatina di champagne

  • stampo: la ricetta indica le dosi per uno stampo da 600 ml.  Io ho usato uno stampo più grande (da Bund cake, a ciambella, della Nordic Ware), ma non ho avuto nessun problema al momento di staccarlo.  E’ sceso sul piatto senza alcun problema e senza rompersi.
  • stampo: può essere in silicone, ma che in altro materiale, il mio è in alluminio pressofuso.
  • bollicine: mettete, come indicato nella ricetta, la bottiglia in freezer: le bollicine effettivamente si percepiscono nella gelatina;
  • gelatina: potete usare la gelatina che preferite. Io avevo in casa sulla in fogli, la cosiddetta “colla di pesce”, quindi non ho provato con la gelatina in polvere, agar agar.
  • decorazione interna: se volete inserire all’interno della gelatina della frutta (frutti rossi, melagrana…) viene suggerito di fare un primo strato, far raffreddare, aggiungere le decorazioni e poi versare il resto il composto.

Io ho fatto così la prima volta (gelatina rosè): fate attenzione che la gelatina che non versate subito non si rapprenda troppo altrimenti non riuscirete più a versarla. Versando la prima parte si era creata un po’ di schiuma da bollicine sulla superficie, che, vista la presenza della gelatina, si è rappresa velocemente e, quindi, sono rimaste delle striature biancastre nella gelatina stessa.

La seconda volta, ho versato subito tutta la gelatina (la schiumetta era quindi solo in superficie, che poi, girandola sarebbe stato il fondo). Ho fatto raffreddare un po’ e poi ho inserito i chicchi di melagrana, inserendoli “a mano” un po’ all’interno, con l’auto di uno stecchino. Sicuramente avendo l’abbattitore questa operazione è stata molto veloce, perché in giro di poche decine di minuti la gelatina iniziava già a rapprendersi, quindi ho potuto decorarla e terminare velocemente.

  • lo stacco: come indicato magnate la base dello stampo in una ciotola di acqua calda o con un rubinetto snodabile bagnate la superficie esterna allo stampo. Bastano alcuni secondi. Verificate con un dito, se il il bordo della gelatina si stacca e poi capovolgete.

Provate questa ricetta, non vi deluderà!

elisa firma

vi aspetto  su INSTAGRAMFACEBOOK

Commenti FB (se volete una risposta subito, scrivetemi nel form commenti, così ricevo la notifica)
copertina stagione pesce

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER

RICEVERAI IL MIO NUOVO E-BOOK GRATIS!

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.