Koulibiac, la torta salata con salmone e riso che viene dalla Russia

by elisa di rienzo

Il Koulibiac è una torta salata della cucina tradizionale della Russia con un ripieno di riso, verdure, salmone ed uova sode. Ottimo come antipasto ma anche come piatto unico, come ho fatto io. E’ ideale anche per cene a buffet, lo si può preparare per tempo e servire anche freddo.

koulibiac

KOULIBIAC AL SALMONE

Portata: piatto unico
Cucina: russa
Porzioni: 4
Chef: elisa di rienzo

Ingredienti

  • 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
  • 300 g di salmone fresco
  • 100 g di riso Ribe
  • 200 g di funghi champignon
  • 300 g di spinaci
  • 70 g di burro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 uova
  • 1 mazzetto di aneto
  • 1 limone
  • qb sale e pepe pepe

Istruzioni

  • Pulite i funghi champignon e affettateli; mondate e lavate gli spinaci e saltateli in padella con i funghi per 10 minuti a fuoco vivo con 20 g di burro, l’aglio, sale e pepe.
  • Fate rassodare le uova in acqua bollente per 10 minuti, sgusciatele e tritatele.
  • Cuocete a vapore il salmone per 5 minuti, spellatelo e spezzettatelo; lessate il riso, scolatelo al dente e conditelo con 30 grammi di burro e le uova.
  • Imburrate uno stampo rettangolare di 11×35 cm, foderatelo con un rettangolo di pasta sfoglia, fatela leggermente sbordare, bucherellate il fondo con una forchetta e sistematevi sopra il riso.
  • Sopra distribuite i funghi con gli spinaci, privati dell’aglio, poi il salmone, l'aneto tritato e il burro rimasto a fiocchetti.
  • Ricavate dal secondo rotolo di pasta un rettangolo leggermente più grande dello stampo. Con uno stampino tondo praticate tanti fori nella pasta, appoggiatela sul ripieno e sigillatela alla pasta sottostante.
  • Cuocete la preparazione nel forno caldo a 180°C per 30-35 minuti, sfornate e servite.

 

Commenti FB (se volete una risposta subito, scrivetemi nel form commenti, così ricevo la notifica)
close
copertina stagione pesce

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER

RICEVERAI IL MIO NUOVO E-BOOK GRATIS!

Ti potrebbero interessare

4 comments

Ale 4 Aprile 2013 - 7:44

che bont‡…grazie mille inserisco anche questa!

Reply
Elisa 6 Aprile 2013 - 13:15

Nemmeno io conoscevo questa ricetta e ti ringrazio, perché scoprire piatti tradizionali nuovi è sempre un piacere: mi sembra davvero invitante! 😉

Reply
Enrica - Vado...in CUCINA 11 Maggio 2013 - 22:16

interessante piatto, non ne avevo mai sentito parlare

Reply
ilfiordicappero 12 Maggio 2013 - 16:14

é stata una piacevole novit‡ anche per me!

Reply

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.