Ravioli… new love!! (con farina di castagne e cavolo nero e riccio)

"...niuna altra cosa facevano che far 
maccheroni e raviuoli e cuocergli..."
 Giovanni Boccaccio, Decameron
Mi sono presa un’oretta qualche settimana fa e me ne sono andata a passeggiare negli orti della mia amica Chiara, 100orti.
Sono rimasta non so quanti minuti a guardare le foglie dei cavoli neri, dei cavoli ricci bagnati dalla rugiada che brillavano come gioielli.

 

 

Sono dei cavoli bellissimi, non formano una testa chiusa, ma hanno sempre foglie nuove su un fusto che può raggiungere notevoli dimensioni.
Le foglie inferiori sono belle tenaci, mentre quelle in cima, quelle più giovani, sono molto tenere e delicate.
Ho sempre mangiato il cavolo in zuppa, con cotture lunghe, invece quest’anno lo sto gustando molto più spesso con cotture molto brevi: strappo le foglie e le faccio saltare velocemente in un wok. Un ottimo e veloce contorno.
La ricetta che ho preparata nasce, veramente, da un insieme di incontri, coincidenze ed esperienze.

 

Io la pasta ripiena l’ho sempre fatta pochissimo… ma poi, complici un paio di class cooking con grandi chef con cui mi sono cimentata nella preparazione di questo tipo di pasta, la voglia di provare qualcosa di nuovo e molto creativo come la pasta ripiena può essere, mi son detta che è proprio vero… la pasta in casa si può fare senza perdere chissà quanto tempo!

 

Tanto che qualche settimana fa al bellissimo evento organizzato da Italian Taste con lo chef Tommaso Arrigoni e le bloggalline, il mio piatto improvvisato è stata proprio una pasta ripiena!
Lanciatissima… sììììììì!!
Poi… un pacco di farina di semola di Molino Grassi da provare… la Kronos… un grano di unico per la tenacità, il sapore e il colore.
La semola che si ottiene dalla sua macinazione ha un alto valore proteico, un colore giallo intenso e una grandissima capacità di resistere alla cottura, perfetta per paste… speciali!!
Quindi, tornando a noi…
Il cavolo nero, il cavolo riccio appena raccolti e un’ottima semola da provare, mi hanno inevitabilmente portato alla creazione di questo piatto!
Nell’impasto ho aggiunto anche un po’ di farina di castagne, la stagione la chiama… è una farina che non si usa più molto in cucina, mentre nel passato rappresentava un alimento di base, in sostituzione delle “pregiata” farina di grano, nella cucina povera.

 

Per il condimento del burro con julienne di salvia, un filetto di acciuga, dei pinoli tostati e delle zeste di arancia.
Credetemi.. da provare!

 

 

RAVIOLI DI FARINA DI CASTAGNE CON CAVOLO NERO E RICCIO

pasta:
250 gr di semola biologica di grano duro (kronos Molino Grassi)
150 gr di farina di castagne
4 uova
un pizzico di sale
pepe

ripieno:
150 gr di cavolo nero e riccio stufati
100 gr di robiola
200 ricotta di capra
un pizzico di sale

condimento:
burro q.b.
foglie di salvia
1 filetto di acciuga pulito e sciacquato
pinoli tostati
zeste di arancia
(per 50 ravioli)

 

Fai una fontana con le farine e rompi al centro le uova. Aggiungi il sale e inizia a lavorare, con una forchetta, incorporando la farina dei bordi, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo; forma una palla, coprila con la pellicola, e mettila a riposare in in luogo fresco per almeno mezz’ora.

Intanto prepara il ripieno. Lava e monda le foglie dei cavoli, tagliale a pezzi e falle stufare in un tegame con un filo di olio , qualche cucchiaio di acqua se necessario, e un pizzico di sale. Fai raffreddare (in alternativa puoi sbollentarle in poca acqua salata).

Strizza bene le verdure e passale al mixer, incorporando anche la ricotta e la robiola. Regola il sale e pepe.

Tira la sfoglia a circa 2 mm, fai delle “impronte” sulla pasta con il cottapasta e metti al centro di ognuno una noce di ripieno. Ricopri con un’altra sfoglia, facendo bene pressione attorno il ripieno per far uscire tutta l’aria. Sigilla bene. Con il coppapasta taglia i ravioli.

Buttali in abbondante acqua bollente salata e fai cuocere per qualche minuto

In tegame capiente fai sciogliere il burro, aggiungi e fai sciogliere un’acciuga e le foglie di salvia tagliate a julienne

Scola i ravioli con una schiumarola e mettili nel tegame con il condimento. Saltali e poi impiatta

Aggiungi dei pinoli tostati e qualche zesta di arancia.

Commenti FB (se volete una risposta subito, scrivetemi nel form commenti, così ricevo la notifica)

18 Commenti

Unisciti alla discussione per dirci la tua

Lorenzorispondi
3 Dicembre 2014 a 13:45

Un piatto autunnale, di qualit‡ e delizioso, complimenti.

ilfiordicapperorispondi
4 Dicembre 2014 a 11:33
– In risposta a: Lorenzo

Grazie mille Lorenzo!

brontoloinpentolarispondi
3 Dicembre 2014 a 16:39

Ciao Elisa!! Che meraviglia questi ravioli!! Mi piace l'accostamento delle due farine e devo assolutamente provare questo ripieno!!
p.s.
I ravioli che avevi fatto ad Italian Taste meritavano tantissimo!!! Sei stata la migliore!! Bax Ely

ilfiordicapperorispondi
4 Dicembre 2014 a 11:35
– In risposta a: brontoloinpentola

Elisabetta, devo dire che a noi sono piaciuto molto!
li rifarò la settimana prossima per una cena.. speriamo piacciano!
per l'Italian taste… GRAZIEEEEEE!

LisaGrispondi
3 Dicembre 2014 a 17:57

Sono davvero impressionata, devono essere stupendi questi ravioli, ottima la pasta e delizioso il ripieno. Se poi dici che per fare la pasta in casa non ci vuole un'eternit‡, mi fido e ci provo, fin'ora ho sempre glissato. Li compro belli e fatti e me li mangio pure crudi da quanto mi piacciono, ahahaha
un abbraccio

ilfiordicapperorispondi
4 Dicembre 2014 a 11:37
– In risposta a: LisaG

anche tu sein una che mangia i tortellini crudi'?!! io tutto, tutti gli impasti, mi piacciono!!
si, deco dire che se si fanno poche quantit‡ è una cosa veramente veloce!!!!
e se devi preparali per una cena con molti ospiti puoi sempre farli prima e congelarli!
cos” poi devi solo pensare al condimento!
prova.. io ho sempre desistito…invece!!!

La Forchetta Giulietta -je jess-rispondi
4 Dicembre 2014 a 9:27

Ma che meraviglia!!!!
Bravissima!
Un abbraccio

ilfiordicapperorispondi
4 Dicembre 2014 a 11:37
– In risposta a: La Forchetta Giulietta -je jess-

grazie! ciao!

Sandra Vallifuocorispondi
4 Dicembre 2014 a 10:31

Bravissima Elisa, che buoni devono essere questi ravioli! Un vero inno ai prodotti di stagione… che gran voglia di impastare mi hai fatto venire!!! Un abbraccio e …complimenti per le meravigliose foto!

ilfiordicapperorispondi
4 Dicembre 2014 a 11:38
– In risposta a: Sandra Vallifuoco

e se ci trovassimo un giorno ad impastare insieme!!!???
ciao

katia fumagallirispondi
4 Dicembre 2014 a 14:19

che belli,mi gusta questo abbinamento…da provare….ciao

ilfiordicapperorispondi
8 Dicembre 2014 a 22:08
– In risposta a: katia fumagalli

e fammi spaere se ti piacciono!!!
ciao

Monica Giustinarispondi
4 Dicembre 2014 a 15:55

Adoro la pasta ripiena e sto scoprendo sempre di più un amore per i cavoli che non avrei mai sospettato.
Il cavolo nero lo cerco da qualche tempo, ma qui è difficilissimo da trovare, ma appena lo recupero provo questi bellissimi ravioloni!

ilfiordicapperorispondi
8 Dicembre 2014 a 22:09
– In risposta a: Monica Giustina

i cavoli son veramente buoni.. meriterebbero più spazio nelle mostre cucine, invece sono un po' bistrattatati.
io li trovo facilmente, a volte anche nei supermercati.

ciaooo

Sara e Laura-PancettaBistrotrispondi
5 Dicembre 2014 a 10:08

Wow Elisa, che belle le foto….da un ingrediente cos” fresco non poteva che nascere un capolavoro!
La pasta che hai creato è strepitosa, ti confermi la regina delle paste ripiene:) Bravissima!

ilfiordicapperorispondi
8 Dicembre 2014 a 22:09
– In risposta a: Sara e Laura-PancettaBistrot

siete sempre troppo gentili!!!!!
grazie!!!!

Lucillarispondi
10 Dicembre 2014 a 20:52

Bellissima ricetta e bellissime foto! Complimenti!

ilfiordicapperorispondi
15 Dicembre 2014 a 10:09
– In risposta a: Lucilla

Grazie mille Lucilla!
ciao

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.