Curry malesiano

Curry malesiano, una zuppa tipica della Malesia, con petto di pollo e gamberi, che invaderà la vostra cucina di fantastici profumi.

La cucina malese

La penisola malese è un crogiolo di culture e cucine, dovute alle influenze che si sono suggerite nella sua storia provenienti dal Medio Oriente, dall’India, dall’Europa, dalla Cina e dall’Indonesia e che si trovano radicate ancor oggi.

Ho visitato la Malesia e il Borneo una decina di anni fa e fu un viaggio veramente interessante proprio per questa incrocio di culture (il mio diario di viaggio in Malesia lo trovate qui).

In particolare, il cibo malese è fortemente influenzato dalla cucina tailandese, cinese, indonesiana e indiana.

Le spezie e le erbe aromatiche del sud-est asiatico si incontrano con le spezie indiane, mediorientali e cinesi, quindi coriandolo e cumino con citronella e foglie di kaffir lime e cardamomo, ed è spesso piccante.

Anche il riso è un elemento sempre presente nella cucina malesiana: si trova sia riso thailandese ma anche basmati.

Viene spesso servito con i curry, come ho fatto per questa ricetta, o con spezzatini di carne.

La cucina Nyonyoa, con “viaggiare di gusto”

Con una cara amica, Federica autrice del blog Il profumo di dejavu, ci divertiamo ad organizzare delle serate tra amici per scoprire nuove cucine e nuovi sapori speziati, ed una di queste serate l’abbiamo proprio dedicata ad una nicchia delle cucina malese, ovvero la cucina Nyonya.

Se vuoi saperne di più di queste serate ti aspetto nel nostro primo IG @viaggiare_di_gusto o sul gruppo su FB “viaggiare di gusto“)

I primi coloni cinesi in Malesia, spesso sposavano donne locali dando così inizio alla generazione di malesi-cinesi, nota come Peranakan. La parola malese “nyonya” è un termine di rispetto per le donne anziane, ma è diventato sinonimo del particolare stile di cucina cinese malese dei Peranakan. Nella nostra serata abbiamo proposto proprio questo curry malese.

La ricetta del curry malesiano

Una profumatissima zuppa aromatizzata con una morbida salsina che profumo di cocco e peperoncini, semi di cumino, cardamomo e coriandolo, galanga, citronella, curcuma, cumbava, garcinia cambogia e condita con pollo, gamberi e spinacino croccante.

Noi lo abbiamo servito con un riso Jasmine.

Con l’aggiunta di un brodo di pollo, limone e zenzero e spaghetti di riso avremmo avuto una delle zuppe più famose malesiane, ovvero il Curry Laksa.

Come tutti i curry, la parte più laboriosa è la predisposizione della linea degli ingredienti, che son sempre tanti, ma poi la cottura è molto veloce.

In meno di 30 minuti potete portare a tavola questo piatto.

Curry malesiano con pollo e gamberi
Piatto: piatto unico
Cucina: Malesiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 700 g di petto di pollo
  • 8 mazzancolle sgusciate
  • 4 manciate spinacini baby
  • 1 cucchiaino burro di cocco*
  • 1 cucchiaio pasta di cocco*
  • 300 ml latte*
  • 2 cucchiai di farina (per infarinate il pollo)
  • qb Sale
  • 200 g riso jasmine lessato
Per il masala:
  • 3 cipollotti
  • 2 steli lemongrass
  • 5 semi cardamomo verde
  • 8/10 semi coriandolo
  • 1 cucchiaino semi di cumino
  • 2 grani pepe Assam
  • 2 fettine combava secco
  • 4 foglie kaffir lime
  • 5 foglie curry
  • 1 peperoncino secco piccante
  • 1 cucchiaio di galanga in polvere
  • 1 cucchiaino di garcinia cambogia
  • 2 cucchiai di mix curry
  • 1 cucchiaio di ghee o burro chiarificato
  • 3 cm rizoma di curcuma fresca
  • ½ succo di limone
Istruzioni
  1. Prendete il petto di pollo, tagliatelo a cubi di circa 2 cm e infarinateli.

  2. Tagliate sottilmente la parte bianca degli steli di lemongrass, dopo avrelo battuto su un iano, per sprigionarne i profumi) e del cipollotto.

  3. Fateli soffriggere dolcemente in una padella capiente con una noce di ghee o burro chiarificato, il burro di cocco e la pasta di cocco*.

  4. Riducete in polvere i semi di cardamomo, coriandolo e cumino. Uniteli al soffritto e fateli tostare, aggiungendo poi le foglie di curry, il kaffir lime, le fettine di combava secco, il peperoncino piccante, la galanga, la garcinia cambogia ed il mix di curry in polvere.

  5. Fate tostare le spezie per qualche instante, poi aggiungete la radice di curcuma grattugiata ed il pollo e fate rosolare a fuoco vivo per 2 minuti.
  6. Sfumate il pollo con il latte, salate e fate cuocere a fuoco dolce per circa 15 minuti coprendo con un coperchio e mescolando di tanto in tanto.
  7. Aggiungete le mazzancolle ed ultimate la cottura aumentando la fiamma per 3 minuti, senza coperchio in modo da far ritirare la salsa del curry.
  8. Spegnete e bilanciate l’aroma del curry con una spruzzata di succo di limone. Unite le foglioline di spinacino baby e servite in una fondina, con un pugno di riso jasmine precedentemente lessato.

Note

* Se non avete disposizione il burro di cocco e pasta di cocco, non utilizzateli e sostituite il latte con del latte di cocco denso.

Ingredienti e spezie

  • Citronella o lemongrass– La citronella è una radice che può essere utilizzata fresca, essiccata o in polvere per conferire il suo sapore di limone a piatti dolci o salati. Sostituire con succo di lime o limone. Molto usata nella cucina thailandese e vietnamita e in tutta la cucina asiatica. La lemongrass è un ingrediente molto apprezzato nelle zuppe agrodolci tipiche della cucina thai. Si abbina in ricette a base di pesce, di molluschi e di frutti di mare.  Trova la sua massima esplosione di profumi nelle cotture a vapore più delicate, al cartoccio o per marinate il pesce crudo.
  • Curcuma fresca – La curcumina è il componente della curcuma che conferisce alle spezie, e molti curry, il suo colore giallo brillante. In cucina è impiegata per lo più sotto forma di polvere per aromatizzare le verdure, nella preparazione di crackers e grissini, ma anche la curcuma fresca può essere impiegata per insaporire piatti, sfruttando al meglio le proprietà di questa radice ricchissima di vitamine e minerali. Per le sue caratteristiche, la curcuma diventa più facilmente assimilabile se associata a un grasso e al pepe nero.
  • Garcinia cambogia: è un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Clusiaceae . Il frutto di questa pianta è molto simile ad un piccolo pomodoro verde mentre la parte interna, che è di un bel colore verde aranciato, ricorda gli agrumi per la caratteristica presenza di spicchi. Tradizionalmente in Asia si utilizza per insaporire curry, stufati e nella preparazione dei chutney. Il suo gusto è amaro, con la forte nota asprigna tipica degli agrumi.Questo frutto non viene mai utilizzato fresco. Solitamente infatti si fa essiccare la buccia e la si riduce in polvere per poi essere aggiunta ad altri mix di spezie.
  • Galanga: è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle zingirberaceae, nativa del sud est asiatico; Nasce da un rizoma molto simile a quello dello zenzero. Rispetto a questa spezia, sicuramente più nota, si differenzia però da una buccia più sottile e tendente al rosa chiaro. Il suo aroma è pungente (forse più di quello dello zenzero) ma ha anche note più dolci, morbide ed aromatiche; nel complesso risulta quindi più delicata. È molto utilizzata nella cucina thailandese, indonesiana, malese, cambogiana e vietnamita. Viene impiegata per aromatizzare zuppe, curry, verdure stufate, carni bianche e pesce.

Se volete provare curry tipici di altri Paesi ecco qui alcune ricette:

Thailandia: Curry Red Thai

India: Curry di verdure, il Kath Katha


Se non volete perdere i nuovi articoli, ora potete seguirmi anche via e-mail, compilando il form che trovate sul menù laterale.

Vi arriverà una notifica ad ogni nuova pubblicazione. Iscrivetevi!

elisa firma

vi aspetto  su INSTAGRAMFACEBOOK

e se provate qualche mia ricetta, fatemelo sapere taggando @ilfiordicappero!

Commenti FB (se volete una risposta subito, scrivetemi nel form commenti, così ricevo la notifica)

Condividi la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.