Insalata di finocchi e agrumi

L’insalata di finocchi e arance è una ricetta tipicamente invernale, coloratissima, gustosa e leggera, perfetta sia come antipasto che come contorno per accompagnare piatti di pesce o carne di maiale o da degustare a fine pasto.

Già da qualche hanno ordino limoni, arance, pompelmi rosa e mandarini da un’azienda agricola Bio siciliana, che si trova tra Catania e Siracusa, al centro del “triangolo d’oro” per la produzione di questi agrumi.

Da un’isola così bella non possono che arrivare prodotti che rapiscono dal profumo che emanano.

L’insalata di arance e finocchi è un piatto semplice, leggero ma ricco di gusto, che si prepara con pochissime mosse.

Io oltre alle arance ho aggiunto anche dei pompelmi rosa e dei semi di anice.

L’anice enfatizza la pienezza sgrumata dell’arancia, provate!

Insalata di arance e finocchi
Ingredienti
  • 2 finocchi freschi
  • 2 arance
  • 2 pompelmi rosa
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva (io olio MANDARINO di Marina Colonna)
  • 1 manciata di uvetta
  • 2 ravanelli
  • qb sale
  • qb sale
  • semi di anice (facoltativi)
Altri ingredienti per completare:
  • ravanelli (facoltativi)
  • olive di Gaeta (facoltativi)
  • qualche acciuga (facoltativi)
  • capperi sottosale (facoltativi)
Istruzioni
  1. Pelate le arance e i pompelmi al vivo per ricavare gli spicchi, avendo cura di eliminare il più possibile la parte bianca.

  2. Mettete in ammollo l’uvetta per 15 minuti in acqua tiepida, poi strizzatela bene.

  3. Lavate e asciugate i finocchi, privandoli dei gambi e delle foglie esterne più dure. Affettate con una mandolina il cuore del finocchio, in modo da ottenere delle fettine sottili.

  4. In una tazza emulsionate l’olio con il succo degli agrumi, sale, pepe e mescolate con una forchetta.

  5. Ponete tutti gli ingredienti dell’insalata in una ciotola e condite con l’emulsione ottenuta.

  6. Fate riposare almeno 15 minuti in modo che tutti gli ingredienti si insaporiscano.

Note

Se vuoi conservare questa insalata, ti consiglio di prepararla ma non condirla. In un contenitore chiuso ermeticamente la puoi conservare per un giorno. 

La storia dell’insalata di arance

La ricetta dell’insalata di arance e finocchi è proprio una specialità siciliana, che porta a tavola tutta la freschezza e la bontà di questi agrumi, che in questa stagione danno il meglio di loro, in un connubio di sapori dolce-salato.

L‘origine dell’insalata di arance è ovviamente legata alla storia delle arance, frutto risultato di un antico ibrido tra il pomelo e il mandarino, di origine cinese e sud-est asiatico.

Furono poi importate in Europa nel XIV secolo da marinai portoghesi (portogallo infatti è il nome dell’arancia in diverse lingue).

Risale alla dominazione araba l’introduzione delle arance in Sicilia con l’inserimento degli agrumeti nei giardini siciliani e di conseguenza questa ricetta nella cultura della regione.


Vi ricordo che potete iscrivervi o regalare un corso in cucina con me e Federica Cegalin (il profumo del Dejavu): trovate qui alcune informazione e poi scrivetemi per i dettagli (elisa@ilfiordicappero.com)


Se non volete perdere i nuovi articoli, ora potete seguirmi anche via e-mail, compilando il form che trovate sul menù laterale.

Vi arriverà una notifica ad ogni nuova pubblicazione. Iscrivetevi!

elisa firma

vi aspetto  su INSTAGRAMFACEBOOK

e se provate qualche mia ricetta, fatemelo sapere taggando @ilfiordicappero!

(powered by Azienda agricola Marina Colonna)

Commenti FB (se volete una risposta subito, scrivetemi nel form commenti, così ricevo la notifica)

Condividi la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.