In CUCINA AFRICANA/ CUCINA MEDIO ORIENTALE/ SECONDI

Filetto di branzino con harissa e rose Dal libro Jerusalem, un piatto mediterraneo

branzino-harissa-rosa

Continua la mia ricerca, la mia sperimentazione di piatti della cucina mediorientale e nord africana, passando da insalate, a dolci e zuppe (qui trovate tutte le ricette mediorientali e qui quelle africane).

Oggi vi propongo un piatto di pesce:  dei filetti di branzino con salsa harissa e rose. E’ una ricetta che ho trovato nel  libro Jerusalem di Ottolenghi e Tamimi, che loro propongono con filetti di orata.

Questo piatto, scrivono, ha origine a Biserta, la città  più a nord dell’Africa. Una ricetta ricca di spezie, molto aromatica e con la presenza di una salsa tipica della cucina nord-africana, l’harissa, e petali di rosa.

Un piatto che può diventare una portata unica se accompagnata da riso o cous cous, e da qualche verdura come spinaci o bietole.

branzino Harissa e rosa 

 

Filetti di pesce con harissa e rose

Dal libro Jerusalem di Ottolenghi e Tamimi

Porzioni: 4
Ingredienti
  • 4 filetti di branzino o orata (anche con la pelle)
Per la marinatura:
  • 4 cucchiai di harissa*
  • 1 cucchiaio di cumino macinato
  • sale
Per la cottura:
  • qb farina per infarinare
  • olio extravergine d’oliva
  • 2 cipolle
  • 100 ml aceto di vino rosso
  • 1 cucchiaino cannella macinata
  • 1 cucchiaio miele
  • 1 cucchiaio acqua di rosa (Regolatevi a vostro gusto)
  • 60 g ribes o melograna (facoltativi)
  • 2 cucchiai coriandolo fresco (facoltativo)
  • 2 cucchiaini petali di rosa secchi commestibili
  • pepe nero
Istruzioni
Marinatura:
  1. In una terrina mescolate due cucchiai di salsa harissa con il cumino macinato e mezzo cucchiaino di sale.

  2. Strofinate con questa mistura i filetti, ben lavati e asciugati, e lasciateli marinare per circa 2 ore in frigorifero. 

Cottura:
  1. Infarinate i filetti e poi eliminate la farina in eccesso. 

  2. In una padella antiaderente scaldate un paio di cucchiai di olio, e friggete i filetti, un paio di minuti per lato, partendo dal lato della pelle. Mettete da parte il pesce e nell'olio di cottura mettete le cipolle tritate. Fatele cuocere per circa 8 minuti, fino a doratura.

  3. Aggiungete  l'altra  salsa harissa, l'aceto, la cannella, un p' di sale e una generosa dose di pepe nero.

  4. Versate nella padella 200 ml di acqua, abbassate la fiamma e fate sobbollire la salsa per 10/15 minuti, in modo che si restringa.


  5. Aggiungete poi il miele, acqua di rose e, se volete, ribes o chicchi di melograno. Se necessario fate sobbollire per altri due minuti.


  6. Regolate di sale e rimettete i filetti di pesce nella padella, ricoprendoli con la salsa, e fate sobbollire a fuoco basso per 2-3 minuti, aggiungendo un po' di acqua se vi sembra troppo denso.

  7. Servite il piatto caldo o a temperatura ambiente, aggiungendo coriandolo fresco, se vi piace, e petali di rosa.

Note

Più in basso trovate la ricetta per fare l'harissa in casa.

 branzino-harissa-rosa

 

La salsa harissa

L’harissa è una salsa molto piccante di origine nordafricana, molto utilizzata nella preparazione di piatti mediorientali e nella cucina del mediterraneo, elemento aromatizzante basilare e versatile della cucina tunisina. Tra gli ingredienti spiccano il peperoncino, il succo di limone, olio di oliva, sale, aglio e spezie. Spesso viene aggiunto anche del peperone per smorzare un po’ la piccantezza. 

Viene utilizzata per accompagnare piatti di carne, pesce alla griglia, verdure al forno, cous cous, stufati  e minestre. 

Nei negozi etnici è facilmente reperibile, ma non è per nulla complicata da fare in  casa. Ecco come:

 

Salsa harissa
Ingredienti
  • 1 peperone rosso
  • 1/2 cucchiaino semi di coriandolo
  • 1/2 cucchiaino semi di cucno
  • 1/2 cucchiaino semi di carvi
  • 1,5 cucchiaio olio di oliva extravergine di oliva
  • 1 cipolla ross piccola
  • 3 spicchi di aglio
  • 3 peperoncini rossi piccanti (regolatevi a seconda del vostro gusto)
  • 3 cucchiai succo di limone
  • 1/5 cucchiaino sale
Istruzioni
  1. Grigliate il peperone  fino a che non si sarà annerito esternamente e tutto morbido.

  2. Mettetelo in una terrina e copritelo con della pellicola e lasciatelo raffreddare. Poi sbucciatelo e togliete pelle e semi.

  3. In una padella a fiamma bassa fate tostate leggermente i semi di cumino, coriandolo e carvi. Metteteli poi in un mortaio e polverizzateli.

  4. Scaldate l'olio in una padella e fatevi soffriggere la cipolla tagliata grossolanamente, l'aglio sminuzzato e i peperoncini a pezzi, senza semi.

  5. Fateli cuocere per circa 10 minuti, fino a che diventano belli scuri, affumicati, quasi caramellati.

  6. Con un mixer amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una salsa omogenea, eventualmente unite un po' di olio. 

  7. Mettete la salsa in un vasetto sterilizzato e conservate in frigo.

 

 

ciao!

elisa firma

vi aspetto  su INSTAGRAMFACEBOOK e TWITTER

Facebook Comments

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.