In ANTIPASTI/ CONTORNI E INSALATE/ RICETTE VENETE

Il fiore d’inverno: radicchio rosso di Treviso … marinato!

Domenica sono rientrata da un piacevolissimo pranzo da amici, in quel della marca trevigiana, con un magnifico cesto di fiori d’inverno.
 
Belli, sodi, turgidi, croccanti già alla vista…. uno spettacolo, il cesto di radicchio!
Il radicchio di Treviso tardivo, IGP.
E’ buonissimo, veramente versatile… peccato che sia anche un po’ caro… d’altra parte non si possono avere tutte le virtù!
Lo aspetto con ansia… le prime due brinate di novembre e inizia a comparire sui banchi del mercato.
 

radicchio-marinato-1
Mi piace in qualsiasi maniera, crudo, grigliato, fritto, in risotto, nella pasta al forno, con le noci, con la pancetta, con i formaggi, con il pesce …
Oggi l’ho preparato marinato e mangiato con due buone fette di sopressa vicentina, salume tipico della mia terra.
 
radicchio rosso di Treviso tardivo marinato

 

 

 

RADICCHIO DI TREVISO MARINATO
(tratta da Ricette di Osterie del Veneto, Slow Food Editore - alla maniera della trattoria A la Becasse, Follina)
Piatto: Verdura
Realizzata da: Elisa - il fior di cappero
Ingredienti
  • 4 cespi di radicchio di Treviso tardivo IGP
  • 2 dl di aceto di vino rosso
  • 5 dl di acqua
  • 6 foglie di alloro
  • 10 bacche di ginepro
  • un bicchiere di olio EVO
  • sale
Istruzioni
  1. Metti a bollire in una casseruola il mezzo litro di acqua, l'aceto, il sale, le foglie di alloro e le bacche di ginepro.
  2. Pulisci il radicchio e taglialo a metà o quarti.
  3. Quando il preparato bolle, immergi il radicchio per 3-4 minuti.
  4. Scolalo e mettilo su uno straccio a raffreddare.
  5. Lascia raffreddare, a parte, anche l'acqua di cottura.
  6. Quando è freddo, disponilo in una terrina bassa con gli aromi e coprilo con l'olio e un po' di acqua di cottura.
  7. Servilo il giorno dopo.
  8. Puoi rendere più particolare questo radicchio servendolo con qualche zesta di buccia di limone e un po' di timo fresco. Anche qualche bacca di pepe rosa ci sta d'incanto. Perfetto per antipasti e contorni, in particolare se abbinato a sapori grassi come formaggi e salumi. Se vuoi invece conservarlo procedi con la cottura del radicchio direttamente in vasetti di vetro per la conservazione sotto vuoto.
Facebook Comments

You Might Also Like

27 Comments

  • Reply
    lagreg74
    19 dicembre 2013 at 11:08

    Lo adoro mia cara come te…in tutte le salse! Marinato però non l'ho mai fatto pertanto devo rimediare presto.
    Bacioni
    Silvia

    • Reply
      ilfiordicappero
      19 dicembre 2013 at 14:40

      ma sai che è la prima volto che lo faccio anch'io!!?? l'ho mangiato spesso, ma non ci avevo mi provato!
      e' talmente una stupidaggine farlo che bisserò al più presto!!

  • Reply
    Anonimo
    19 dicembre 2013 at 12:12

    Estremamente saporito, compliments 🙂
    Lorenzo D.

  • Reply
    Chiara Setti
    19 dicembre 2013 at 14:08

    buonissimo condito cos”, devo provarlo! un bacino

  • Reply
    Silvia Ferrante
    19 dicembre 2013 at 14:33

    Io lo adoro grigliato con l'aceto balsamico. Buonissimo!!!!

  • Reply
    An Lullaby
    19 dicembre 2013 at 14:39

    Deve essere magnifico cucinato cos”!! E che belle foto *_*

  • Reply
    MARI Z.
    19 dicembre 2013 at 15:14

    Uhmm! Che buono!
    Vado sabato al mercato a farmene una bella scorta per le festivit‡.
    Mi piace fatto in tutte le maniere, ma la mia preferita è alla piastra!
    Proverò sicuramente la tua ricetta! Sembra ottima! 😉

    • Reply
      ilfiordicappero
      20 dicembre 2013 at 9:33

      si anche a me alla piastra piace tantissimo… nella sua semplicit‡!
      e velocit‡!!
      provalo anche cos”, merita!!
      ciao Mari!

  • Reply
    coccolatime
    19 dicembre 2013 at 19:23

    sai che in poche parole hai trasmesso tutto l'amore per la tua terra…per la domenica passata…per un prodotto doc della tua regione…questa ricetta e la croccantezza del radicchio sono stupende….e le foto ….strabilianti…quel colore sanguigno con il candido della porcellana…mi piace da pazzi questo post!!! <3

  • Reply
    Viviana Aiello
    19 dicembre 2013 at 22:53

    mai mangiato quello tardivo, sai?? Dovrò ovviare! Non l'ho mai visto qui ma se dovessi trovarlo fuori mi catapulterei a prenderlo.
    Un super bacione Elisa!

    • Reply
      ilfiordicappero
      20 dicembre 2013 at 9:35

      Vivi, cosa mi dici?!?!?
      devi assolutamente provarlo!! una buongustaia come te!! sono certa che te ne innamori!!

  • Reply
    Manuela e Silvia
    22 dicembre 2013 at 16:24

    Ciao! anche noi amiamo moltissimo questo tipo di radicchio e il tuo ci sembra un ottimo suggerimento per prepararlo!
    un bacione

  • Reply
    ada
    22 dicembre 2013 at 22:32

    Elisaaaa ce l'ho fatta, allettata dal tuo radicchio (io lo adoro) e dalla tua meravigliosa cucina che da oggi ti invidierò mostruosamente… tanti tanti tanti auguroni di buon NAtale e buone feste. Un abbraccio grande, Ada

    • Reply
      ilfiordicappero
      23 dicembre 2013 at 7:41

      Cara Ada,
      grazie di essere passata!!
      tanti auguri anche a te!!

  • Reply
    Cristiana Rosada
    29 novembre 2014 at 9:37

    Grazie Elisa, questa sera provo e poi (se guardabile) ti faccio pure la foto. A presto Cristiana

  • Reply
    Francesca Cimarelli
    4 gennaio 2015 at 7:11

    » vero, è un po' caro…ma lo mangiamo una volta l'anno, possiamo sgarrare un pochino. Io lo adoro, solitamente lo faccio alla brace e lo condisco con sale pepe e olio, ma ultimamente ho sperimentato l'abbinamento con l'arancia e l'uvetta! Una bont‡ per un pranzo veloce e salutare. Visto che mi piace tanto la prossima volta provo la tua versione!!
    Grazie mille.
    Un abbraccio

    Francesca

    • Reply
      ilfiordicappero
      6 gennaio 2015 at 13:46

      alla brace, alla piastra, piace molto anche a me… ma come nei risotti…
      invece mai provato con l'uvetta! proverò!
      ciaooo

  • Reply
    Il radicchio di Treviso, ambasciatrice per il Calendario del Cibo Italiano | il fior di cappero
    1 febbraio 2016 at 9:06

    […] di radicchi†d’Inverno,†Radicchio tardivo marinato, †Gnocchi ripieni di […]

  • Reply
    Giovanni Barbieri
    30 novembre 2017 at 19:17

    Il miglior ortaggio in assoluto: non potrei vivere senza….alla brace il meglio ma anche marinato è superlativo!

  • Leave a Reply