Risotto con carletti (o sciopeti!)

Carletti, così vengono chiamati dalle mie parti, queste meravigliose erbe spontanee che crescono un po’ ovunque, dal mare alla montagna; sono conosciute anche come sciopeti, sclopit, scrissioi, capusseti, bubbolini o tagliatelle della Madonna, in italiano “strigoli” (Silene vulgaris).

Da sempre utilizzati nelle ricette popolari, in quanto ritenute tra le migliori erbe commestibili, prima della fioritura quando sono tenere, per minestre e risotti, nelle frittate, nelle torte rustiche e nel ripieno della pasta fresca…. da noi famoso anche il piatto risi e carletti, un po’ come risi e bisi, una via di mezzo tra minestra e risotto.

I contadini erano soliti consumarli a tavola come verdura fresca dal sapore, si diceva, simile a quello dei piselli appena colti.

mazzo di carletti

Sto apprezzando sempre più queste erbe, insieme al tarassaco, ai bruscandoli, alle ortiche. Non ho mai avuto l’abitudine di andare a raccoglierli, l’occasione, purtroppo, ma fortunatamente ho dei buoni fornitori! E così mi piace riscoprire questi sapori di una volta, magari ricercando ricette tradizionali.

La mia ricetta é, quindi, un tradizionalissimo risotto !

risotto-carletti

risotto con i carletti

Piatto: Primo piatto
Porzioni: 4
Realizzata da: Elisa - il fior di cappero
Ingredienti
  • 300 g di riso carnaroli
  • brodo vegetale q.b.
  • 3 mazzetti di carletti (circa 200 g)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 scalogno grande
  • 1 bicchiere scarso di vino bianco secco
  • 40 g di formaggio cremoso (tipo Pannarello o Casatella)
  • Parmigiano reggiano
Istruzioni
  1. Pulite e lavate accuratamente i carletti e spezzettateli grossolanamente; portate a bollore il brodo vegetale.
  2. In una pentola larga e bassa fate imbiondire lo scalogno finemente affettato con un cucchiaio di olio di oliva.
  3. Aggiungete i carletti e fateli appassire con un cucchiaio di brodo caldo.
  4. Aggiungete ora il riso e fatelo tostate, poi sfumate con un po' di vino bianco e fate evaporare.
  5. Procedete aggiungendo un cucchiaio di brodo bollente alla volta fino a cottura del risotto.
  6. Regolate di sale e spegnete il fuoco.
  7. Procedete alla mantecata con il formaggio cremoso, un po' di Parmigiano e lasciate riposare qualche minuto prima di servire.

Vi ricordo che tutte le indicazioni per come fare un “risotto perfetto” le trovate qui.

carletti-sciopeti
 
ciao!
elisa firma
Facebook Comments

3 Commenti

Unisciti alla discussione per dirci la tua

lisa fregosirispondi
1 Aprile 2016 a 13:46

Grazie delle informazioni, come ti ho scritto su fb li ho visti ieri insieme agli agretti e volevo farli!
Bacioni

elisa di rienzorispondi
1 Aprile 2016 a 14:56
– In risposta a: lisa fregosi

benissimo!!!! fammi sapere come li fai!
ciao
elisa

Caseificio Tomasoni sapori di una volta | il fior di capperorispondi
18 Aprile 2016 a 11:34

[…] Il caseificio Tomasoni è il produttori di oltre trenta†tipi di formaggi†(li trovate qui†http://www.caseificiotomasoni.it/it/prodotti) tra cui il famoso Crema del Piave e, fiore allíocchiello, la fantastica†Casatella Trevigiana Dop, un formaggio della tradizione veneta che ha ottenuto la Dop nel 2008, apprezzato e conosciuto in tutta Italia (qui due mie ricette con la Casatella: cheesecake con lavanda e mirtilli e risotto con i carretti). […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.